Daidut Enduro

Scarico KTM EXC 250 e EXC 300: come modificarlo

Scarico KTM EXC 250 e EXC 300: come modificarlo
C-WEB Adv
728×90 – DaidutEnduro ADV

Forse qualcuno non sa che nelle versioni KTM EXC 250 e EXC 300 dall’anno 2005 al 2012 esiste la possibilità di modificare lo scarico di serie per ricavarne un’espansione pronto gara: ma come fare? Andiamo a vedere.

Ai nuovi acquirenti, le concessionarie della nota casa austriaca consegnano la nuova moto enduro assieme ad uno scatolone, contenente tutte le parti “da codice” (come specchietti, portatarga, freccie e accessori vari) atti a depotenziarne il motore per adattarlo alle norme EUROx anti inquinamento. Sulla moto in consegna è installata un’espansione “pronto-gara” che ci permette di assaporare il 2T di Mattighofen, ma tra gli accessori dello scatolone è presente anche una espansione catalizzata (che molti dicono “piena”). In realtà il “pieno” in questione è proprio il corpo catalizzante installato all’interno del polmone e dedicato a filtrare le emissioni inquinanti dei generosi motori 2 tempi.

Come funziona lo scarico espansione sui motori 2 tempi

Come tutti sappiamo lo scarico, ed in particolare l’espansione, è un elemento fondamentale per l’ottimale rendimento del motore 2 tempi. Grazie alle geometrie dello scarico infatti è possibile migliorare erogazione e carattere del propulsore per sfruttarlo al meglio adattandolo allo stile di guida o al tipo di utilizzo che se ne vuole fare. Un ulteriore parametro che influisce sul funzionamento del motore è lo spessore delle pareti della marmitta, che modifica l’effetto di risonanza generato dell’espansione stessa.

300×90 – DaidutEnduro ADV
300×90 – C-WEB Small Rectangle

Differenze tra scarico KTM di serie e aftermarket

Vi siete mai chiesti perchè l’espansione KTM è dura a morire, mentre quelle più racing si ammaccano anche solo a guardarle? Ebbene le espansioni calibrate racing sono più fragili perchè la lamiera con la quale sono costruite è di spessore inferiore rispetto a quella utilizzata per gli scarici di serie. Molti i motivi: così lo scarico rende di più, così è più leggero, e così lo devi ricomprare se lo distruggi. Ovvio.
Comunque sia, maggiore è lo spessore, inferiore sarà l’effetto di risonanza dell’espansione. Quindi, come ogni cosa, anche lo spessore della lamiera utilizzata deve essere pensato e calcolato per ottenere maggiori prestazioni.

L’espansione “pronto-gara” inizialmente installata sulle versioni EXC è composta da un doppio strato di lamiera pensato per resistere agli urti ai quali lo scarico è sottoposto durante il normale utilizzo. Questo penalizza il rendimento dell’espansione, e ce ne accorgiamo chiaramente quando la sostituiamo con un’altra più racing (come possono essere le varie KTM Factory, Doma, FMF Factory, Scalvini, Pro Circuit, ecc…). Oltretutto il maggiore spessore aumenta anche la temperatura dei gas di scarico all’interno, obbligandoci ad utilizzare una carburazione più “grassa” (e di conseguenza meno performante) rispetto a quella che utilizzeremmo con uno scarico racing.

Per spiegarne bene i motivi ci vorrebbero una decina di pagine di articolo dedicate al funzionamento dei motori 2 tempi, ma per il momento non mi dilungo oltre a riguardo (magari lo farò in futuro).

scarico ktm exc 250 300 modificato senza catalizzatore

Come modificare lo scarico

Purtroppo noi siamo dei “clochard del ricambio” e non vogliamo spendere 600-700 euro per acquistare un costoso scarico racing, ma vogliamo ottenere di più dal nostro motore: come fare?
Senza saperlo, abbiamo la soluzione nel cassetto. Anzi, nello scatolone.

Come già accennato nelle annate 2005-2012 (cercherò conferme per precedenti e successive) c’è la possibilità di modificare l’espansione “da codice” per ottenere uno scarico che funziona addirittura meglio di quello “pronto-gara” installato da KTM. L’espansione in questione corrisponde al codice KTM 54805009200, ma pò valere per tutte le espansioni catalizzate fino al 2015.

Nel particolare la modifica è relativamente semplice. Consiste nello svuotare l’espansione dal proprio catalizzatore, ottenendo così una espansione vuota. Il vantaggio di questo modello catalizzato è che, al contrario della sorella “pronto-gara”, è costruita con una lamiera singola che risponderà meglio al funzionamento del nostro motore KTM 250 o 300 che sia.

modifica scarico espansione ktm exc 250 300 racing

Lo scopo è quello di tagliare l’espansione lungo la sua circonferenza, all’altezza della seconda saldatura perimetrale, vicino al supporto anteriore dell’espansione. Prima di iniziare è utile incidere dei riferimenti sulla lamiera in modo da allinearla correttamente in fase di saldatura finale. Una volta sezionato lo scarico con un po’ di pazienza e olio di gomito dobbiamo riuscire a togliare il catalizzatore dall’interno dello scarico, cercando di non danneggiare la camera. Il catalizzatore è un blocco cilindrico di circa 10cm di lunghezza che riempie la nostra espansione ed è saldata internamente. Una volta rimosso il catalizzatore rifiniamo con la lima raccordando la superficie interna dello scarico, onde ottenere un miglior effetto fluidodinamico dei gas di scarico. Al termine è possibile saldare nuovamente lo scarico dopo averlo allineato alle incisioni create precedentemente, ottenendo così in modo facile ed economico un’espansione migliore di quella pronto-gara KTM. O perlomeno vi siete costruiti una espansione di scorta in caso di rovinose cadute!

catalizzatore scarico ktm exc


10 risposte a "Scarico KTM EXC 250 e EXC 300: come modificarlo"

  1. edoardo ha detto:

    ciao,per 125 exc 2009 invece?sapresti dirmi qualcosa?pèerche vorrei rimuovere il catalizzatore ma non so come si fa….cioè non so dove incidere.
    grazie in anticipo

    1. Marco Cattarossi ha detto:

      Ciao Edoardo,
      sulla exc 125 personalmente cambierei proprio espansione. Lo scarico originale catalizzato, oltre ad avere una lamiera molto spessa, ha i suoi limiti. Certo, il lavoro di taglia e cuci ti fa risparmiare qualche soldino, ma la differenza tra originale e un HGS o un Doma è tanta e non ci perdi ai bassi, anzi.
      Comunque il catalizzatore dovrebbe essere posizionato nei pressi della saldatura vicino all’attacco al telaio (davanti per intenderci). Ricordati di fare un paio di segni di riferimento per risaldarlo correttamente…

  2. michele ha detto:

    Ciao, ho un ktm exc 250 2004 con espansione originale ma terminale racing (credo fmf, la scritta è cancellata). cosa consigli? lasciare l’originale ma facendogli il lavoro da te descritto, oppure cambiare espansione con una più performante? non vorrei perdere ai bassi ma anzi guadagnarci qualcosa. grazie!

    1. Marco Cattarossi ha detto:

      Ciao Michele, aspetta: ma tu hai l’espansione col catalizzatore o quella di serie? Perchè KTM al tempo forniva già l’espansione “vuota”… se l’espansione che hai su è catalizzata puoi provare a fare la modifica, altrimenti se cerchi qualcosa di meglio c’è l’imbarazzo della scelta. FMF e Doma, sono le migliori per le annate 2003-2007…

  3. BEPPE ha detto:

    Molto esauriente!

  4. Salvatore ha detto:

    Ciao,vale lo stesso per il modello 2017? Grazie in anticipo

    1. Marco Cattarossi ha detto:

      Se non sbaglio la 2017 ha lo scarico “di codice” col collettore stretto… in quel caso non è possibile ricavare un’espansione decente dallo scarico “codice”. Probabilmente KTM si è accorta che molti facevano la modifica, mentre loro puntano a vendere il ricambio. Puoi provare a cercare un’espansione codice degli anni precedenti, oppure se proprio devi spendere, cerca uno scarico più performante.

  5. Fulvio ha detto:

    Ciao volevo chederti un informazione,tra le annate 2008/2011 e 2012/2016 in un k 250 exc lo scarico cambia?le dimensioni tra pancia e silenziatore sono le stesse?su un 2008 monta uno scarico del 2011 che ha il silenziatore diverso?grazie in anticipo

    1. Marco Cattarossi ha detto:

      2008/2011 sicuramente sono compatibili. Ho un unico dubbio sul diametro del collettore del terminale, che sicuramente dal 2013 aumenta (quindi espansioni e terminali non dovrebbero combaciare).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *