Daidut Enduro News - Triveneto enduro

Camp. Enduro TRV – 20/07/2008 – Mansuè (TV)

C-WEB Adv

(tratto da AXIVER, galleria foto di nonsolofango a fine articolo)

Mansuè (TV) ha ospitato domenica 20 la 4^ prova di campionato festeggiando il primo trionfo stagionale assoluto di Marco Feltracco che si impone tra gli Expert. Vittoria di classe anche per Favero, Cargnel, Pietribiasi, Corrent e Varutti. Riconferme per Bucovaz, Zanardo e tra i giovanissimi Cadetti Martellozzo e Segnacasi.

300×90 – DaidutEnduro ADV
300×90 – C-WEB Small Rectangle

Domenica 20 luglio è tornato a far parlare si sé dopo due mesi di silenzio il campionato delle “Tre Venezie” approdato a Mansuè (TV) in uno dei comuni divenuto sinonimo dell’enduro regionale grazie agli appuntamenti con le due ruote artigliate che puntualmente l’infaticabile moto club Pradegai ci presenta con professionalità ed smisurata passione. Comprensori interamente pianeggianti quelli opitergini che offrono un percorso quindi non naturalmente selettivo ma che gli organizzatori hanno pensato di compensare questa “carenza” tecnica dosando tecnica e resistenza attraverso tre lunghe e sinuose prove speciali da ripetere 3 volte con un totale di 9 prove cronometrate. Una quarta prova che proprio a causa delle caratteristiche non prettamente rigide ed “enduristiche” manifesta ogni anno colpi di scena e nuovi protagonisti da segnalare un mirabolante Mattia Cargnel che si piazza appena sotto il podio assoluto alle spalle dei colossi della Expert. Non si tratta sicuramente di un novellino, visto che per 4 anni consecutivi ha governato incontrastato la vetta assoluta, Marco Feltracco che proprio a Mansuè vola come il vento in sella alla sua Husqvarna 250 4T firmata Visentin manifestandosi per la prima volta quest’anno dopo Facchin, Cabass e Micheluz, il più veloce tra i 293 partenti in seguito ad un affascinante duello incamerato per 15 secondi su Maurizio Facchin (HM-Honda Daihatsu Terios) ripresosi dopo un lento avvio che lo vedeva oltre al decimo posto al termine del primo giro. Non manca l’appuntamento con il podio il campione assoluto in carica Andrea Cabass (HM-Honda IL Cross) terzo a 10 secondi dal giovane trevigiano.
Una giornata di colpi di scena ma anche di riscatti e che ha rimescolato le carte in campionato in vista della prossima nonché penultima tappa attesa a Pavia di Pordenone domenica 07 settembre. [Mattia Cargnel (KTM)] [youtube pgMsGTsyoxU]

EXPERT: un bell’abbraccio all’uscita della nona ed ultima prova tra i due ha sancito la vittoria di Feltracco, che ci tiene particolarmente a manifestare la gioia verso Facchin perché l’intromissione del tricolore junior ha agevolato la conquista del vertice spodestando di 2 punti Cabass, giunto terzo.
Junior/Senior 1(fino a 125 2t-fino a 250 4t): correre in casa ti ricarica a tal punto da battere la concorrenza a mani basse. Avrà pensato questo il leader Paolo Dalla Zuanna (KTM) non proprio a suo agio fra i terreni compatti e sconfitto con oltre 20 secondi di gap dal padrone di casa David Favero (KL-Kawasaki) che con questo trionfo balza dal 5° al 2° posto in campionato. Ancora un terzo posto invece per il portacolori del mc. Manzano Luca Morettin (Suzuki).
Junior/Senior 2 (da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t): M&M-Mattia e Marco continuano ad avvicendarsi sul gradino più alto. Il primo Cargnel (KTM) autore a Mansuè di una gara da incorniciare con un primo assoluto nel secondo cross-test, davvero inafferrabile per l’avversario Luvisetto (KL-Kawasaki) secondo a più 12’’. Primo podio stagionale per Gianpaolo Cesca (KL-Kawasaki)
Junior/Senior 3 (oltre 250 2t-oltre 450 4t): vittoria di giornata per lo specialista del roadbook Niccolò Pietribiasi (Beta) ricaricato della recente vittoria di tappa del Rally di Sicilia, ma il regolamento che esenta da punteggio i piloti di moto club non appartenenti al Triveneto consegna i 25 punti ad un agguerrito Riccardo Cavalli (Beta) che si porta dopo lo zero di Ovaro (UD) a -2 da Federico Toppano (GasGas) terzo domenica. Solo sesto il leader Pietro Beghetto (KTM) che mantiene comunque la testa della classifica.
Major 1(fino a 125 2t-fino a 250 4t): Sorpasso per Daniele Corrent (Suzuki) ai danni di Christoph Gatscher (Yamaha) terzo domenica, lo sprinter del mc.Romans imperante sul secondo di quasi un minuto, grazie a questa meritata vittoria assume le redini del campionato a + 4 dall’altoatesino del Bressanone. Si intromette tra i due primatisti Daniele Rebellato (KL-Kawasaki) ottimo secondo a Mansuè ed attualmente alla base del podio.
Major 2 (da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t): Riesce nell’intento Marco Bucovaz (Hm-Honda) che dopo una graduale ascesa convalidata da questa seconda vittoria stagionale acciuffa la leadership per un solo punto su Raffaele Cecchetto (Suzuki) terzo alle spalle di un ritrovato Nicola Righetti (Suzuki).
Major 3 (oltre 250 2t-oltre 450 4t): una classe che promette scintille per i prossimi appuntamenti visto le assidue alterazioni nella parte alta della classifica. La giornata incorona Gabriele Varutti (KTM) che la spunta per centesimi su Piergiorgio Molon (KTM). A completare il podio il goriziano Enzo Kocina (Husqvarna), mentre fuori dal podio il leader Stefan Schrock (GasGas). In campionato la vittoria catapulta Varutti al terzo posto, mentre Schrock si vede costretto a dimezzare la testa del campionato con il costante Molon. Sono aperte le scommesse.
Veteran (classe Unica, nati dal ’58 e prec.): con questa terza vittoria stagionale prende decisamente il largo Guerrino Zanardo (HM-Honda) ora a più 21 dal campione in carica Gino Di Bernardo (KTM) “solo” terzo a Mansuè. Ancora un ottimo argento per Cesare Bernardi (Hm-Honda) che sfiora la vittoria per due secondi.
Cadetti 50 cc: dopo lo splendido podio tricolore a Cosenza, non manca l’obbiettivo vittoria il sedicenne Nicolas Segnacasi (HM) costretto a sudare sette camicie per riparare lo zero per noie meccaniche di Arsiè (BL) portandosi a -12 dal capolista Riccardo Pezzetta (Fantic) che totalizza un altro secondo posto ancora una volta precedendo Filippo Buiatti (HM).
Cadetti 125 2t: continua il periodo d’oro per Luigi Martellozzo (KL-Kawasaki) che dopo Ovaro si mette nuovamente tutti alle spalle con un distacco superiore ai 40 secondi che lo porta a meno 2 dal secondo in campionato, Stefano Nappi (KTM) terzo alle spalle del capolista Alessandro Dazzan (Suzuki) avanti a tutti di + 13.

Niente di nuovo invece nelle classifiche a squadre. Tra i club continua a macinare vittorie la formazione Autec-La Marca Trevigiana (Cavalli, Dalla Zuanna, Facchin) mentre tra i Team Indipendenti è Il Cross Racing Team (Bucovaz, Cabass, Feltracco) a dettare legge.

CLASSIFICHE

GALLERIA FOTO


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *