Daidut Enduro News - Triveneto enduro

TRV Enduro – Arsié (BL) – 02/10/2011

C-WEB Adv

Ultima tappa domenica 02 ottobre per il campionato delle Tre Venezie ad Arsiè, in provincia di Belluno. Nel comune bellunese oltre ai tre già laureati a Manzano (UD), si sono festeggiati i restanti Beggio, Cescon, Collovigh, Feltracco, Zanatta, e Zoppas. Ma la giornata è all’insegna del Top Rider Vanni Cominotto.

Si è chiuso nel migliore dei modi il Campionato Triveneto Enduro targato 2011, con l’ennesima dimostrazione di competenza e passione da parte del club Pistoni Roventi nel curare le gare e a comprovarlo sono indubbiamente i 276 presenti al via. Un sodalizio egregiamente capitanato da Roberto Dal Molin, nonché presidente del Comitato Veneto Enduro, con a disposizione un palcoscenico naturale del calibro delle Prealpi bellunesi e dotati soprattutto di una smisurata volontà visto che in questi ultimi anni sono stati tra gli organizzatori piùfruttuosi, ricordiamo che lo scorso 19 giugno nella stessa sede si è corsa una prova del Tricolore Minienduro, senza contare l’impeccabile tappa degli assoluti d’Italia della passata stagione.

Divenuto un classico del panorama triveneto, l’appuntamento di Arsiè è riuscito addirittura a catturare l’attenzione di piloti extra regione quali Andrea Mayr, figlio di Franco, team manager di HM Honda Zanardo che proprio domenica in Francia festeggiavano il 5 titolo iridato del finlandese Mika Ahola e Jacopo Cerutti in lizza per il titolo tricolore Junior nella 4T, entrambi lombardi, non hanno resistito al richiamo del selettivo percorso minuziosamente tracciato ancora una volta da Marco De Rocchi e Michele Merz. La manifestazione ha sigillato la stagione con la vestizione dei nuovi campioni triveneti acclamati tra birra e gustose pietanze servite all’immancabile stand della Pro Loco di Arsiè ed a salire sul podio per la doverosa foto ricordo firmata “campioni 2011” sono stati il Top Rider Marco Feltracco, Matteo Cescon (JS2), Nicolas Segnacasi (JS1), Matteo Valentinuzzi (JS3), Mirko Silvestrin (M1), Ivo Zanatta (M3), Matteo Zoppas (M2) ed il giovane Davide Beggio (Cad.125 2T). Assente il campione della 50cc Pietro Enrico Collovigh, classe che in quest’occasione non ha contato nessun partente. Protagonista di giornata è stato invece il pilota di Bonzicco Vanni Cominotto (Husaberg 450) che l’ha spuntata per meno di sei secondi sulveterano Marco Feltracco (KTM 450), mentre Jacopo Cerutti (HM Honda 250 4t) chiude il podio assoluto.
Il triveneto vi saluta dandovi appuntamento al 2012, ma la stagione non è ancora finita per alcuni nostri corregionali che domenica 09 a Castiglion Fiorentino (AR) scenderanno in campo nazionale per la lotta al titolo. E’ il caso dei senior Matteo Zecchin nella 250 2T e Diego Nicoletti nella 500 4T, mentre la compagine Acelum La Marca Trevigiana tenterà l’attacco per la seconda volta alla vetta tra le squadre. In bocca al lupo!

300×90 – DaidutEnduro ADV
300×90 – C-WEB Small Rectangle

Top Rider: Terzo trionfo consecutivo per Cominotto e la sua Husaberg 450 davanti al 5 volte campione italiano major Feltracco che si aggiudica per due punti anche l’ennesimo titolo triveneto.
Junior/Senior 1 (fino a 125 2t-fino a 250 4t): Non ha vinto il titolo, ma questa vittoria riempie al pari di gioia Manuel Bortolazzo (Honda), rientrato dopo un infortunio il portacolori del mc. Ardosa ha dimostrato una gran voglia di riscatto per il 2012. Continua l’ascesa nell’enduro per Jonathan Zecchin (KTM) che si piazza sul secondo gradino davanti all’outsider Alberto Cicalò (Yamaha) che sale così dal 10 al 5 posto in campionato. Fuori dal podio il campione Segnacasi vittima della selettiva prova in linea.
Junior/Senior 2 (da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t): rientrato solo un mese fa dall’ Australia un incredulo ma quanto mai soddisfatto David Favero (Honda) ha centrato un’impeccabile vittoria, davanti di sei secondi su Matteo Cescon (Honda) che si aggiudica il primo titolo triveneto da endurista. Terzo posto invece per Eric Rebellato.
Junior/Senior 3 (oltre 250 2t-oltre 450 4t):suggella con un bel trionfo Luca Turra (Beta), la seconda dell’anno, che conferma così la sua seconda posizione in campionato alle spalle di Matteo Valentinuzzi vittima ad Arsiè di una rovinosa caduta nella veloce prova di cross test. Secondo posto a sorpresa per Enrico Lorenzin (KTM) che la spunta per due secondi su un bravo Luigi Martellozzo (KTM), per entrambi primo podio stagionale.
Major 1 (fino a 125 2t-fino a 250 4t): la lotta per il primato è sempre stato un lungo ed estenuante duello tra i primatisti Simone Zanon (Yamaha) e Matteo Zoppas (KTM) risoltasi ad Arsiè per meno di un secondo a favore del primo, ma per il campionato al secondo, separati incredibilmente da un misero punto. Terzo posto di giornata e infine pure di campionato per l’ex leader Daniele Corrent (Husqvarna) anche lui caduto in malo modo in linea.
Major 2 (da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t): termina a quota 100 la stagione del binomio dominante Silvestrin-Kawasaki 450 4T, con cinque vittorie su cinque ed un titolo più che meritato. Secondo e terzo posto di giornata per i fratelli Dario e Franco Dal Bello (KTM), rispettivamente secondo e terzo. Franco riesce inoltre a spodestare Luca Brollo dalla seconda piazza di campionato.
Major 3 (oltre 250 2t-oltre 450 4t): una classe decisamente rivoluzionata dai colpi di scena con un Marco De Rocchi (Beta), papà a marzo, che come da pronostici fa sua la gara di casa, conquistando così la piazza d’onore in campionato, un Ivo Zanatta secondo di giornata che riesce a vincere il primo titolo triveneto in sella ad una Fantic 300 2T facilitato da una stagione costellata da zeri per Paolo Dalla Zuanna, costretto al ritiro anche ad Arsiè. Mentre Piergiorgio Molon (KTM) va a chiudere il podio.
Veteran (classe Unica, nati dal ’63 al ’60): non è da meno in fatto di colpi di scena la lotta tra i veteran con un podio tutto a sorpresa a cominciare dal trionfatore, un rinato Claudio Cekka Ceccato (KTM) che va a precedere il vincitore di Crespano Enzo Schiochet (Beta), mentre a salire sul terzo gradino del podio è Maurizio Morosin (Beta) che scavalca in campionato Donatello Venzi. La matematica con complice lo scarto consegna il titolo a Franco Bacchin (KTM) che nonostante il sesto posto riesce laurearsi visto che in terra bellunese finisce davanti al suo avversario Michele Colladon per meno di un secondo.
SuperVeteran (classe Unica, nati dal ’59 e prec): anche questa classe non saluta il campionato con il suo campione visto che Guerrino Zanardo (Honda) è costretto ad abbandonare anche lui la gara in seguito ad una caduta in linea. La vittoria va così a Cesare Bernardi (Honda) secondo in campionato ed in grado di relegare i suoi inseguitori Claudio Lucadamo (Honda) e Eugenio Dal Sasso (Beta) ad oltre un minuto.
Cadetti 125 2t: primo titolo triveneto per Davide Beggio e la sua TM, ma ne sentiremo sicuramente parlare in un futuro prossimo visto la manetta sfoderata pure ad Arsiè ed il suo 18esimo posto assoluta ne è la conferma. Alle sue spalle ma decisamente più distaccati Luca Pellizzoni (Honda) e Davide Battaino che per quest’ultimo atto abbandona definitivamente la classe 50. Stop forzato per noie meccaniche per Federico Oliana che mantiene comunque la seconda piazza in campionato.

Dopo il terzo posto nazionale tra le squadre Major il moto club Gaerne, vittorioso anche ad Arsiè saluta la stagione con un meritato titolo triveneto seguito dai club Ardosa e La Marca Trevigiana.

(fonte: Axiver.com)

CLASSIFICHE



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *