Daidut Enduro News - Triveneto enduro

Stagione Enduro 2012…

C-WEB Adv

Ricomincia, dopo la pausa invernale, la nuova stagione fuoristrada, con importanti novità sui regolamenti di gara. Principalmente per le gare enduro diventa obbligatoria la targa originale sul veicolo e la prova fonometrica viene eseguita secondo il metodo 2 METERMAX, ovvero a 2 metri di distanza ma col motore a manetta. Decisamente aspre le critiche di chi ha un certo riguardo per il proprio mezzo… specialmente sul punto 3.10 del regolamento che dice:

“3.10- Il fonometrista aprirà il comando dell’acceleratore rapidamente fino a fondo corsa (entro 0,3 secondi). Terrà il motore al massimo regime per almeno 1 secondo assicurandosi che il motore giri effettivamente a massimo e/o si verifichi una condizione udibile di fuorigiri. Per concludere, il fonometrista rilascerà rapidamente il comando.”

I limiti sono pre-gara 109 dB/A – fine gara 110 dB/A per enduro e motorally, ma a nessuno piace l’idea di rovinare un motore per una prova fonometrica.
Altra novità importantissima: la modifica delle classi. Per allinearsi con i regolamenti internazionali vengono istituite le classi uniche E1, E2 ed E3, come nel Mondiale enduro. E1 per le cilindrate fino a 125 2t e 250 4t, E2 per le cilindrate fino a 250 2t e 450 4t, infine E3 per le classi over 250cc 2t ed over 450cc. Invariate la Classe 50 e 125 Cadetti.

300×90 – DaidutEnduro ADV
300×90 – C-WEB Small Rectangle

Il calendario attuale purtroppo non promette molto bene per la prossima stagione, in particolare per quella enduro: di anno in anno le manifestazioni nel Triveneto diminuiscono sempre di più, un po’ a causa delle organizzazioni, ma forse un po’ più a causa delle istituzioni come comuni e province che non danno la possibilità ai motoclub di poter organizzare eventi per questo sport.
Nella nostra zona è comune l’idea che l’endurista sia un delinquente dei boschi, che distrugge e devasta tutto quello che incontra sul suo cammino. E’ vero che non siamo tutti santi, ma non siamo neanche dei delinquenti. Peccato che la gente comune vede solo il lato brutto della cosa e strumentalizza pochi fatti isolati per condannare uno dei più bei sport motoristici della nostra terra. L’ideale per cambiare questo pensiero comune sarebbe organizzare più eventi sportivi in zona, ma se i comuni e gli enti non danno autorizzazioni… insomma, il classico cane che si morde la coda.
Difatti quest’anno, un po’ a causa di motoclub sciolti, un po’ a causa di motoclub impegnati in eventi più importanti, un po’ per questo, un po’ per quest’altro… alla fine non c’è ancora un campionato Triveneto Enduro. Per fortuna ci sono un po’ di gare Enduro Country, ma non è la stessa cosa. L’idea di relegare gli enduristi in fettucciato o in pista da cross non piace. Niente contro i crossisti, ma anche se corriamo sulla terra siamo due mondi diversi.

Comunque sembra incredibile che su tre regioni dove ci sono chissà quanti “licenziati” non si riesca ad organizzare un campionato serio. Se la cosa continua così ci sarà la “fuga dei cervelli” verso terre straniere dove l’enduro, oltre ad essere molto più “enduro”, è anche più ben visto. E questo a discapito di una terra dove l’enduro è parte integrante della cultura motoristica e sportiva locale.

Download Calendario Fuorisrtada FVG 2012

Regolamento Enduro FMI 2012

Annesso 8 – Controlli Fonometrici


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *