Daidut Enduro

La tecnologia rivoluziona il mondo dei ricambi moto

La tecnologia rivoluziona il mondo dei ricambi moto
C-WEB Adv
728×90 – Orioli Suspension 2018

L’ultimo pesce d’aprile di BMW Motorrad ha colpito decisamente nel segno, facendo abboccare decine di portali di informazione e di appassionati di moto, perché ha puntato sul connubio tra tecnologia e mondo delle due ruote, che come possiamo vedere riserva sempre nuove sorprese e prodotti per chi vuole mettere a punto la propria “creatura”.

Il pesce d’aprile di Bmw

Il comunicato ufficiale della compagnia tedesca, inviato non casualmente lo scorso 1 aprile, parlava di un progetto futuristico pronto al debutto già a settembre: prevedere sulle moto Bmw l’installazione di uno straordinario sistema per la stampa 3D, che avrebbe consentito alle concessionarie, ma anche agli stessi piloti, di stampare in tempo reale i pezzi di ricambio necessari.

Un sistema per la stampa 3D di accessori moto

Battezzato BMW Motorrad iParts 3D Mobile Printer e disponibile come optional di lusso, la stampante portatile avrebbe permesso di realizzare in poco tempo anche parti piccole e delicate come le leve del freno, della frizione o del cambio, i tappi delle valvole, le piastre forcella o i vetri per gli indicatori di direzione; operazioni eseguibili “dovunque, a casa come per strada, dato che questa comoda attrezzatura altamente tecnologica si può comodamente riporre nel bauletto posteriore o in quello laterale”, come recitava la nota stampa ufficiale.

300×90 – DaidutEnduro ADV
300×90 – C-WEB Small Rectangle

Progetto futuribile

I condizionali sono però d’obbligo, perché – come rivelato dopo un paio di giorni, quando la notizia aveva già fatto il giro del mondo – la stessa BMW ha poi spiegato che questa invenzione era soltanto un pesce d’aprile, per l’appunto, per quanto credibile. Guardando i progressi attuali del mondo dell’aftermarket motociclistico, infatti, l’idea di poter contare su una stampante portatile per i ricambi non sembra poi così impossibile, anzi.

Moto e tecnologia, il binomio va avanti

La tecnologia ha già rivoluzionato completamente il settore, sia dal punto di vista dei prodotti che dei servizi; oggi i ricambi si cercano e acquistano facilmente sul Web, su siti specializzati come OmniaRacing, e anche gli italiani apprezzano la velocità e la comodità del sistema. Per quanto riguarda gli aspetti pratici, poi, i modelli disponibili sono in continuo aumento, e le grandi Case si danno battaglia a suon di novità.

Brembo progetta un impianto 4.0

Uno dei leader del settore, l’italiana Brembo, ha concentrato la sua attenzione sia nello sviluppo di nuovi prodotti che nel completamento di una innovativa fabbrica 4.0, frutto di un investimento pluriennale da 100 milioni che andrà a regime nel corso del prossimo anno: completamente interconnesso e altamente automatizzato, questo impianto viene gestito in via digitale, con codici che guidano i robot e semplificano la vita e il lavoro dei dipendenti, con risultati positivi sull’efficienza e sui controlli.

Occhio anche al mercato componenti

Guardando il catalogo della compagnia, uno dei ritrovati più moderni è la pinza Stylema, che ha debuttato all’ultimo salone milanese dell’Eicma sulla Ducati Panigale V4, che ha alcune caratteristiche speciali e interessanti: prestazioni efficienti, anche in frenata ma peso ridotto del 9 per cento rispetto al già performante e apprezzato M50. Al momento, questo prodotto è riservato solo alla Ducati, ma l’esclusiva “scade” il prossimo anno.

Le soluzioni LeoVince e Öhlins per moto ed enduro

Chi fosse interessato ad altre tipologie di ricambio per preparare la propria moto, seguendo i consigli forniti in questa guida, può trovare validi supporti nelle soluzioni LeoVince e Öhlins, altri due nomi storici dell’aftermarket moto ed enduro: la prima azienda ha di recente aggiunto un nuovo tassello al proprio catalogo di silenziatori, promovendo il GP One ispirato al mondo delle competizioni, interamente in acciaio inox AISI 304, leggero e compatto. La società svedese invece ha messo a punto le sospensioni Öhlins Flow, correggendo alcuni difetti emersi durante le gare della scorsa stagione agonistica enduro e motocross: la nuova linea si basa su materiali di alta qualità e sulla tecnologia TTX a doppio tubo, che è stata abbinata a un sistema di valvole in grado di sopportare un notevole e veloce volume di flusso d’olio.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *